Google+ Followers

giovedì 5 gennaio 2017

Un pomeriggio sui pattini

L'altro giorno abbiamo deciso di trascorrere insieme un pomeriggio diverso dal solito. Una cosa nuova, che nessuno di noi aveva mai sperimentato. In un paesino vicino al nostro hanno allestito in piazza una pista di pattinaggio sul ghiaccio e così abbiamo pensato di andarci a divertire un po'. Visto che questo Natale è trascorso senza aver visto nemmeno un fiocco di neve, stare su una pista ghiacciata ci ha fatto vivere la magia dell'inverno. Prima di entrare in pista ci siamo detti "vince chi cade piu' volte!". Questo perché il Capitano soprattutto è piuttosto arrendevole e non volevo che, caduto una volta, si stancasse e si mettesse a fare capricci.
Siamo caduti, eccome, tutti quanti, ma ci siamo divertiti tanto e pian piano abbiamo cominciato a prendere confidenza con quegli scarponi con le lame e con l'idea che sul ghiaccio non si deve camminare, ma scivolare.
Un paio di ore di divertimento, diverse dal solito, che sono servite anche ai bambini per cimentarsi in qualcosa di nuovo e imparare che spesso, se ci si arrende al primo tentativo, si rischia di perdersi divertimento, esperienze ed emozioni.

 

mercoledì 4 gennaio 2017

Compleanno a tema Paw Patrol

Quest'anno tutti i miei bimbi, ma in particolare il Koala, stravede per questa nuova serie di cartoni animati che vede come protagonista tanti piccoli cuccioli di cane che, con le loro macchine speciali, aiutano il ragazzino Rider a risolvere i piu' disparati problemi che capitano in città. Ogni cucciolo ha una sua caratteristica e un suo ruolo, dal pompiere al ruspista, alla cagnolina che puo' volare e a quello che puo' andare in acqua. Ecco, il Koala, che quest'anno festeggerà per la prima volta con i suoi amici fuori dalla scuola materna, ha deciso che questo sarà il tema del suo 5° compleanno.
 
Per cui, siccome il suo compleanno capita in periodo in cui si è già abbastanza indaffarati, tra natale, capodanno e befana, io comincio a mettere le mani avanti e guardarmi intorno.
 
Non ci saranno inviti stampati perché non abbiamo modo di vedere i suoi amichetti, visto che l'asilo è chiuso, per cui girero' un invito virtuale sul gruppo delle mamme.
 
Direi che, per partire, i colori predominanti della festa saranno il rosso e il blu (dalle tovaglie, ai piatti, ai bicchieri, ai palloncini).
 
Creero' uno striscione con delle bandierine sempre nei toni del rosso e del blu, con la scritta "auguri" e l'aggiunta di qualche immagine dei personaggi.
 
Per il buffet, sempre in word, ho già preparato dei piccoli topper con il simbolo del distintivo di Paw Patrol che poi mettero' sulle pizzette e sui panini.
 
Mi piacerebbe fare anche dei biscotti di pastafrolla  oppure dei panini alla nutella a forma di osso, ma devo trovare un tagliapasta adatto.
 
Patatine e Popcorn saranno messi in ciotole per cani (nuove ovviamente!) a cui applichero' con del nastro adesivo gli stemmi dei Paw Patrol.

Il Capitano, amante degli origami, mi ha aiutato a preparare anche delle piccole scatoline che i bambini potranno utilizzare per metterci dentro le patatine. Digitando su Pinterest "french fry box" vi verranno fuori diverse sagome che potrete stampare su cartoncino e poi assemblare.
 
Per quanto riguarda il come intrattenere i bambini durante la festa, siccome si tratta di bambini piccoli dai 3 ai 5 anni, ho pensato di mettere loro a disposizione delle immagini dei Paw Patrol da colorare. Abbiamo stampato dal web anche gli stemmi in bianco dei Paw Patrol, li abbiamo incollati su un cartone, precedentemente colorato con acrilico argento. Vi ho incollato sul retro del nastro in maniera tale che i bambini potranno colorare e appendersi al collo poi anche il loro personalissimo collare. Inoltre penso che faro' un po' di pongo fatto in casa e magari traccero' sul pavimento con del nastro adesivo una pista per macchinina.
 
Dal questo sito vorrei stampare l'ingrandimento di Marshall per fare il gioco "attacca il distintivo".
 
Da questo sito invece ho stampato gli ingrandimenti su cartoncino A4 dei vari cuccioli che poi posizionero' sul tavolo, accanto al buffet. Per farli stare in piedi vi ho fissato con sul retro con dello scotch uno stecco da spiedino infilato poi un pezzi di polistirolo rivestiti di carta stagnola.


E questo era l'allestimento il giorno della festa:

tavolino per chi voleva colorare i personaggi

tavolino per chi voleva personalizzare il collare

tavolino per la pasta modellabile
tavolino delle bevande

particolare della scritta "happy"

particolare della scritta "birthday"

Il tavolo del buffet con le ciotole
 Infine...la torta:

 

giovedì 22 dicembre 2016

Segnaposti- tovaglioli Natale 2016

Dopo aver creato le nostre scatoline per il Natale dai nonni paterni, abbiamo pensato a dei segnaposti veloci ed economici anche per il Natale dai nonni materni. Questa volta abbiamo usato dei tovaglioli di carta per creare dei piccoli alberelli.

Occorrente:
- tovaglioli del colore che si vuole
- mollettina di legno
- cartoncino con il nome dell'invitato
- piccole stelline, cuoricini o fiocchi di neve di cartoncino
- colla pritt

Con il tovagliolo davanti a noi con i lati aperti verso il basso, alziamo il primo strato di tovagliolo e lo portiamo in alto, fermandoci a circa mezzo centimetro dal bordo.
 A mano a mano portiamo verso l'alto tutti gli strati di tovaglioli, lasciando sempre mezzo centimetro di margine tra uno strato e l'altro.

 Risvoltiamo il tovagliolo

Pieghiamo un angolo laterale verso il centro


Facciamo lo stesso con l'altro angolo

Voltiamo il tovagliolo

Portiamo le punte centrali verso l'alto, incastrandole una dentro l'altra

Completiamo gli alberelli aggiungendo qualche decorazione di cartoncino, incollata con la colla stick. Sul fondo dell'alberello fissiamo un cartoncino con il nome dell'invitato con una molletta che fungera' da tronco. 

Nel caso in cui volessimo utilizzare il segnaposto anche come tovagliolo ovviamente dobbiamo evitare di incollarvi decorazioni.

E' un lavoretto semplice che i miei bbi han fatto da soli senza problemi. 

Segnaposti-scatole natale 2016

Quest'anno abbiamo pensato a dei segnaposti che potessero contenere anche un piccolo pensierino.
Per cui abbiamo vagato nel web in cerca di istruzioni per creare una scatolina e siamo rimasti affascinati da questa a forma di piramide.
Non sembrava difficile da realizzare e sul sito tra l'altro c'era già la sagoma pronta da stampare su cartoncino.
Mentre tagliavamo e piegavamo ci siamo accorti pero' che bisogna essere piuttosto precisi nelle piegature (come forse in tutti gli origami) se si vuole ottenere una piramide dalla punta perfetta.
E' stato un pochino macchinoso all'inizio, ma poi ci abbiamo preso la mano e siamo andati via spediti.
Una volta create tutte le nostre scatoline, abbiamo praticato dei fori su ogni lato della piramide e vi abbiamo fatto passare un nastrino.
Abbiamo riempito la scatolina con un cioccolatino e abbiamo chiuso la scatolina, aggiungendo un fiocchetto e il nome dei familiari che saranno con noi la cena di natale.

lunedì 19 dicembre 2016

Segnalibri matite in stoffa

Come ormai saprete, in qualità di rappresentante di classe, ho l'onere e l'onore di pensare ai doni che S. Lucia farà trovare a scuola il 13 dicembre.
Si tratta sempre di doni per la classe, ma io personalmente voglio sempre aggiungere un pensierino anche per ogni singolo bambino. E non mi piace che questo pensierino sia un sacchetto di caramelle: troppo commerciale e semplice.
Un anno è stato il pupazzo di neve con pasta al bicarbonato, un anno è stato un vasetto di preparato per cioccolata in tazza. Si trattava sempre di piccoli oggetti che i bambini potessero usare a casa per trascorrere qualche momento "diverso" in compagnia dei genitori.
Quest'anno, siccome Santa Lucia porterà un libro di narrativa ad ogni bambino su cui poi studieranno tutto l'anno, ho pensato che non poteva esserci regalino migliore di un segnalibro.
Ho cercato un po' sul web in carca di qualche idea che fosse carina, bambinesca ma contemporaneamente semplice e veloce da realizzare.
Ho trovato questa bellissima idea QUI dal sito "Con il cuore e con le mani" e ho deciso di provare a farla.

Occorrente per ogni segnalibro:

- una striscia di feltro del colore che si preferisce di 60 x 4 cm (non fatevi spaventare dalle misure....sono segnalibri così lunghi perché avvolgono interamente il libro)
- un pezzetto di pannolenci beige
- ago e filo o macchina da cucire
- velcro (solo il maschio)

Dalla striscia di feltro bisogna ricavare la punta della matita che sarà lunga 5 cm. Per cui avremo una matita lunga in totale 60 cm, di cui 5 cm pero' triangolari di punta.


Con il pezzo di pannolenci beige ho creato un triangolo alto 5 cm (come la punta della matita) e largo 4 cm (come la larghezza della matita). Ho tagliato il pezzettino di punta di questo triangolo e l'ho cucito alla matita con la macchina da cucire.
Sempre con la macchina da cucire ho fatto due cuciture parallele lungo tutta la matita. Nel mio caso ho usato un filo bianco. L'importante è che queste cuciture siano visibili.

Sul retro della matita, appena sotto la punto, ho cucito un quadratino di velcro.

La matita è pronta per avvolgere i libri!

 

mercoledì 14 dicembre 2016

Presepe su finestra con lana e legno

Quest'anno io e i miei bambini abbiamo deciso di partecipare ad una mostra di presepi che si tiene in un paese vicino a dove abitiamo. E' una mostra aperta a tutti, dove tutti possono partecipare, portando un presepe fatto con le loro mani, nei piu' vari svariati modi e con i piu' svariati materiali. Libertà assoluta quindi!
Da tempo abbiamo in cantina un paio di vecchie finestre (senza vetro) ricavate da case di smesse. Le avevo recuperate pensando di utilizzarle come cornici per fotografie, poi in realtà nell'attuale casa abbiamo tanto poco spazio anche sulle parete che son sempre rimaste lì, quasi dimenticate.
Ho pensato che la finestra poteva essere una base verticale utile per un presepe e così siamo partiti da quella. L'ho fatta scartavetrare dai bambini per togliere piccole schegge, residui di pittura scrostata e polvere. L'idea iniziale era poi quella di ridipingerla, ma così grezza con quel colore grigio-azzurro non mi dispiace affatto e alla fine l'abbiamo lasciata così.
 
La base era pronta, ma serviva uno sfondo che desse anche movimento e tridimensionalità, che abbiamo creato con della carta da presepe (quella carta da pacco già colorata verde e marrone che si usa per fare le montagne) fissata sulla parte posteriore della finestra con la graffatrice da legno e la colla a caldo.
 
Per creare le statuine abbiamo utilizzato:
- lana di vari colori
- palline di legno
- stuzziacadenti

Con la lana abbiamo creato tanti piccoli gomitoli semplicemente arrotolando il filo su stesso, fino a raggiungere le dimensioni di una pallina un po' piu' grande della pallina di legno.
Abbiamo incollato con la colla a caldo la pallina di legno (testa) sul gomitolo (corpo).
Sempre con la lana abbiamo creato capelli e cappelli e con mezzo stuzzicadente le braccia, incastrandole nel gomitolino.

Abbiamo aggiunto muschio, rametti di pino (a simulare gli alberelli), casette di cartone, sassolini, cortecce, un fiumiciattolo e un laghetto fatto con la carta stagnola, un mulino, un pozzo, un forno a legna.

I bambini si sono poi sbizzarriti a trovare dei lavori ai vari personaggi, aggiungendo loro oggetti. Per cui c'è il boscaiolo che con l'ascia taglia la legna, la signora che fa una sciarpa, il signore che inforna la pizza, il pastore con il bastone in mano e le pecore (fatte con pon pon di lana binaca) al seguito, i re magi con in mano oggetti luccicanti, la signora che fa il pane.

Nella parte alta abbiamo aggiunto una striscia di cielo a cui abbiamo incollato una stella cometa ritagliata da un cartoncino dorato.

Abbiamo poi deciso di riempire la cornice della finestra, scrivendo le parole che venivano in mente ai bambini pensando al Natale.
Volendo avremmo potuto fissare una corda sul retro della finestra e appenderla come fosse un quadro, ma non avremmo avuto pareti libere poi in cui appenderla.

Nell'insieme

 

Particolare del mulino, del pozzo, del taglialegna e dei tre re magi che salgono verso la capanna di Gesu'.

Particolare del pastore con le pecore, della casetta con il forno a legna.

Particolare della natività
 

venerdì 2 dicembre 2016

Corona fuori porta con le manine

Nella seconda casetta dell'avvento (qui) abbiamo trovato del cartoncino verde che ci è servito per comporre una corona natalizia da appendere all'ingresso del condominio in cui abitiamo.
Un lavoretto semplice che ho visto in una scuola materna e che ho voluto riproporre ai miei bambini.

Occorrente:
- cartoncini verdi (magari di tonalità diverse)
- matita, colla stick e forbici
- cartoncino rosso
- un disco di cartone spesso
- un nastro

Basta semplicemente prendere le impronte delle mani dei bimbi (noi abbiamo usato sempre la mano sinistra) disegnandola sui cartoncini. Ne servono tante quante si vuole far grande la corona.
Nel nostro caso ne abbiamo usate quindici.
Una volta tagliate le varie sagome delle mani, si sovrappongono tra di loro, alternando le sfumature di verde, incollandole con la colla stick., in modo da creare una corona.
Dal cartoncino rosso si ritagliano dei piccoli dischetti che staranno a simulare le bacche e le si incollano a piacimento sulla corona.
Per rendere il tutto un po' piu' rigido è necessario incollare (meglio con la colla a caldo) un anello di cartone nel retro della corona, facendovi prima passare un nastro.

La corona è pronta per essere appesa!